Blog

Mutuo prima casa: agevolazioni fiscali

Innanzitutto spieghiamo cosa si intende per prima casa. Per prima casa si intende l’immobile di tipo residenziale di cui si viene in possesso per la prima volta, inoltre deve rispecchiare alcuni requisiti:

  • essere di tipo residenziale ma non rientrare nelle categorie catastali corrispondenti ai cosiddetti edifici di lusso (A/1 abitazioni di tipo signorile, A/8 abitazioni in ville, A/9 castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici)
  • essere ubicato nel comune in cui l’acquirente ha la propria residenza o la fissi entro 18 mesi dall’acquisto

Se si rientra in questi parametri si può beneficiare delle agevolazioni fiscali per il mutuo prima casa, oltre a poter aderire ad offerte specifiche da parte di alcune banche. Nel caso specifico si può accedere ad una detrazione Irpef del 19 % degli interessi passivi fino ad un massimo di 4000 euro annui.

Mutuo prima casa: chi ha diritto alle agevolazioni fiscali

Per accedere alle agevolazioni sul mutuo per l’acquisto della prima casa occorre avere specifici requisiti:

Non aver già usufruito dell’agevolazione fiscale prima casa;

  • non possedere abitazioni in tutto il territorio nazionale per i quali si è fruito delle agevolazioni, oppure venderle entro 1 anno;
  • non essere proprietario di abitazione nello stesso Comune in cui si richiedono le agevolazioni per l’acquisto della prima casa;
  • essere residente nel Comune in cui si acquista casa o stabilirvi la residenza in 18 mesi dall’acquisto agevolato, ovvero dimostrare che la propria sede di lavoro è situata nel suddetto Comune;
  • non essere titolare di diritto d’uso, usufrutto o abitazione di altro immobile nello stesso Comune in cui si richiede l’agevolazione sull’acquisto della prima casa.

Non dimentichiamo che avendo i requisiti per l’acquista della prima casa il mutuo può essere garantito dal fondo statale di garanzia “Consap” ma questa è un’altra puntata!!!!